Vai al contenuto

Trasforma la Tua Passione in una Carriera di Eccellenza

agile

Agile vs. Waterfall: quale metodologia di gestione progetti è la migliore per te?

Agile e Waterfall sono due metodologie di gestione progetti ben note. Entrambe sono popolari nello sviluppo software ma ciascuna è più adatta a tipi diversi di progetti.

La differenza principale è che Waterfall è un sistema di lavoro lineare che richiede al team di completare ogni fase del progetto prima di passare alla successiva, mentre Agile incoraggia il team a lavorare simultaneamente su diverse fasi del progetto.


Agile vs. Waterfall: una panoramica

Metodologia Agile

  • Approccio: Frequente interazione con gli stakeholders.
  • Flessibilità: Alta
  • Richiede: iniziativa del team e scadenze a breve termine.

La metodologia Agile è stata sviluppata come risposta alla struttura più rigida di Waterfall. Di conseguenza, è una forma di gestione progetti molto più fluida. Un progetto di sviluppo software può richiedere anni per essere completato, e la tecnologia può cambiare significativamente durante quel tempo. Agile è stato sviluppato come un metodo flessibile che accoglie l’incorporazione di cambiamenti di direzione anche in ritardo nel processo, così come tiene conto del feedback degli stakeholder in tutto il processo.

In Agile, il team lavora sulle fasi del progetto contemporaneamente, spesso con scadenze a breve termine. Inoltre, è il team, piuttosto che un project manager, a guidare la direzione del progetto. Questo può portare il team a essere motivato e più produttivo, ma richiede anche un gruppo di lavoro più auto-diretto.


Pro Contro
Le scadenze a breve termine incoraggiano produttività ed efficienza. A causa del lavoro su più fasi contemporaneamente, c’è il potenziale per sovrapposizioni o sforzi inutili su fasi successive se una fase iniziale necessita di modifiche.
C’è molta flessibilità per cambiare direzione del progetto e sperimentare nuove direzioni. Le consegne non sono un requisito per progredire alla fase successiva. Può essere più difficile assicurarsi che l’intero team sia sulla “stessa pagina”, specialmente se è un grande team con diversi dipartimenti. Ciò significa anche che il lavoro può andare perso o essere frainteso tra i membri del team, specialmente quando le persone lasciano e si uniscono al team nel mezzo dei progetti.
La metodologia è orientata al cliente, il che significa che il team condivide i progressi e incorpora il feedback nel processo. La timeline del progetto è più difficile da determinare dall’inizio ed è anche più suscettibile a cambiamenti.

 

Metodologia Waterfall

  • Approccio: Non interventista; obiettivi e risultati stabiliti fin dall’inizio.
  • Flessibilità: Bassa
  • Richiede: Completamento dei deliverable – i prodotti rilasciati – per progredire alla fase successiva.

La metodologia Waterfall è una forma lineare di gestione dei progetti ideale per progetti in cui il risultato finale è chiaramente stabilito all’inizio del progetto. Le aspettative per il progetto e i deliverable di ogni fase sono chiari e sono necessari per progredire alla fase successiva.

Pro Contro
Waterfall fornisce un piano concreto del progetto dall’inizio alla fine. Essendo che ogni fase del progetto deve essere completata prima di passare alla successiva, il processo può richiedere più tempo.
Il team stabilisce i requisiti del progetto all’inizio, il che può risparmiare tempo. Potresti non renderti conto di un problema con una fase fino a quando non sei già passato alla successiva. Questo significherebbe dover tornare indietro attraverso ogni fase e verificare dove si è verificato l’errore, il che può essere un processo che richiede tempo.
Ogni fase del progetto richiede un deliverable per progredire alla fase successiva, rendendo il flusso di lavoro più strutturato. La metodologia Waterfall richiede che tu delinei il progetto dall’inizio alla fine prima di iniziare. Questo non permette molta flessibilità o cambiamento. Inoltre, può diventare problematico se gli stakeholder non sono d’accordo sulla visione del progetto e non lo scoprono fino alla sua esecuzione o in una fase successiva.

 

Tabella comparativa tra le due metodologie Agile e Waterfall

Caratteristica Waterfall Agile
Timeline Waterfall ha una timeline fissa. L’idea è che l’inizio e la fine del progetto siano già delineati dall’inizio. Agile è molto più flessibile e tiene conto della sperimentazione in diverse direzioni. Piuttosto che una timeline fissa, il programma si adatta man mano che il progetto progredisce. Il Manifesto Agile, un documento online pubblicato nel 2001 da un gruppo di sviluppatori software, afferma che si prevede che i membri del team, “Consegnino software funzionante frequentemente, da un paio di settimane a un paio di mesi, con preferenza per la scala temporale più breve.”
Coinvolgimento del cliente Una volta stabilito l’obiettivo finale, Waterfall non coinvolge il cliente o il proprietario del progetto durante il processo, a parte specifici check-in o per i deliverable. Il corso del progetto è delineato fin dall’inizio, quindi l’incorporazione del feedback del cliente non è una parte continua del processo. Una parte fondamentale di Agile è includere i clienti nello sviluppo del progetto ad ogni passo. Il Manifesto Agile afferma, “La nostra priorità più alta è soddisfare il cliente attraverso rilasci immediati e continui di software di valore.” Pertanto, si prevede che gli imprenditori siano coinvolti e forniscano feedback al team di sviluppo software man mano che progrediscono attraverso le diverse fasi del progetto.
Flessibilità Waterfall non è flessibile come Agile perché ogni fase deve essere completata interamente prima di passare alla successiva. Il progetto è anche pianificato in anticipo, rendendo questo sistema di gestione ideale per i team con una visione chiara di dove si dirigono dall’inizio alla fine. La flessibilità è integrata nel metodo Agile. Agile valuta brevi periodi di lavoro, che sono chiamati sprint. Il metodo accoglie l’adattamento a diverse direzioni, incorporando nuove informazioni anche in una fase successiva del progetto.
Budget Fisso.
Il budget per i progetti che utilizzano la metodologia Waterfall è generalmente fisso. Poiché il progetto è determinato dall’inizio alla fine, c’è meno spazio per cambiare il budget a metà progetto.
Flessibile.
Agile è aperto all’adattamento, incoraggia la sperimentazione e accoglie cambiamenti di direzione, anche nelle fasi successive del progetto. Per questo, il budget tende ad essere più flessibile.

Waterfall è una progressione di progetto lineare, quindi è più adatto per progetti con un obiettivo finale definito. Se il proprietario di un progetto ha una visione chiara e specifica di un’app, per esempio, ed è sicuro che non cambierà durante lo sviluppo del progetto, le metodologie “a cascata” potrebbero essere un buon sistema da seguire.

Agile lascia molto spazio per adattarsi e cambiare corso man mano che il progetto si sviluppa. È più adatto per progetti in cui il risultato può dipendere da ulteriori ricerche o test.

Il budget per i progetti che utilizzano metodologie Waterfall tende ad essere meno flessibile perché il progetto è delineato fin dall’inizio. Con Agile, c’è più spazio per cambiare direzione man mano che il progetto si sviluppa, quindi anche il budget è soggetto a cambiamenti. Allo stesso modo, la timeline con Waterfall è fissata dall’inizio, mentre è più flessibile con Agile e dipende da come si sviluppa il progetto.



Waterfall vs. Agile: come scegliere la metodologia giusta per il tuo progetto

Ci sono diversi fattori da considerare quando si sceglie tra Waterfall e Agile. Ecco una domanda da considerare:

Il tuo progetto richiede regolamenti o requisiti rigorosi?
Waterfall è più adatto per progetti con regolamenti o requisiti perché i deliverable di ogni fase e le procedure rigorose assicurano che siano soddisfatti. Per esempio, il Dipartimento della Difesa e l’industria aerospaziale sono un paio di settori che probabilmente utilizzeranno Waterfall più di Agile, poiché i requisiti sono un fattore di sicurezza. Il Dr. Chris Mattmann, Chief Technology and Innovation Officer (CTIO) presso il NASA Jet Propulsion Laboratory, ha detto alla rivista Forbes che “la metodologia agile è usata di più per le aziende IT, che falliscono velocemente e si muovono velocemente, dove si può procedere in parallelo in diverse fasi.

Quando si sceglie tra Agile e Waterfall, è necessario considerare quanto i proprietari del progetto o gli stakeholder saranno coinvolti nel progetto. Agile è più adatto per progetti in cui gli stakeholder sono strettamente coinvolti in ogni passo. Waterfall è un metodo di gestione del progetto più strutturato e non si presta allo stesso tipo di flessibilità.


In conclusione

Per riassumere, Agile e Waterfall sono due metodologie di gestione diverse, più adatte a tipi diversi di progetti. Se comprendi chiaramente i risultati del progetto fin dall’inizio, Waterfall potrebbe essere la scelta migliore. Waterfall è un metodo migliore quando un progetto deve soddisfare regolamenti rigorosi poiché richiede deliverable per ogni fase prima di procedere alla successiva.

In alternativa, Agile è più adatto per team che intendono muoversi velocemente, sperimentare con la direzione e non sanno come apparirà il progetto finale prima di iniziare. Agile è flessibile e richiede un team collaborativo e automotivato, oltre a frequenti controlli con i committenti e gli stakeholder sul progresso.

Per ulteriori approfondimenti, suggeriamo di visitare la pagina del corso Agile Project Management, come la pagina dei nostri Master di Project Management.