Vai al contenuto

I fondi interprofessionali paritetici, cosa sono e come finanziano la formazione

fondi interprofessionali per finanziare formazione
Cosa sono i fondi interprofessionali paritetici e come possono essere utilizzati dalle aziende per finanziare la formazione dei propri dipendenti?
Facebook
LinkedIn

Le aziende che vogliono formare i propri dipendenti con costi minimi o nulli, al fine di migliorare la propria competitività, possono utilizzare i Fondi Interprofessionali paritetici.

Ma cosa sono e come funzionano?

Aderire ad un Fondo

E’ possibile aderire ad un Fondo liberamente, in qualsiasi momento, senza sostenere alcun costo oppure decidere di modificare il Fondo a cui si è iscritti e reinvestire i fondi accantonati (previo il rispetto di alcune condizioni) per poter rispondere in modo più efficace alle proprie esigenze.

Aderire ad un fondo è una possibilità per le aziende di recuperare parte dei contributi previdenziali obbligatoriamente versati e destinarli alla formazione dei propri lavoratori.

La Legge istitutiva (n. 388 / 2000), infatti, stabilisce che siano alimentati dal versamento dello 0,30% delle retribuzioni soggette all’obbligo contributivo INPS, quale “assicurazione contro la disoccupazione involontaria”.

I Fondi 

I Fondi Interprofessionali sono associazioni promosse dalle principali Organizzazioni Datoriali e Sindacali e cambiano sulla base delle Organizzazioni partecipanti

I fondi rappresentativi delle più importanti categorie oggi sono:

  • FONDIMPRESA (Confindustria, CGIL, CISL e UIL)
  • FOR.TE ( Confcommercio, Confetra, CGIL, CISL e UIL)
  • FonARCom ( CIFA , CONFSAL)
  • FON.COOP ( Legacoop, Confcooperative, Agli, CGIL, CISL e UIL)

Esistono molti altri fondi di uguale importanza legati maggiormente a particolari enti o organizzazioni, in Italia al momento sono 19 i fondi presenti.

Chi può usufruire dei finanziamenti?

Le categorie di lavoratori ammessi sono i lavoratori dipendenti del settore privato; impiegati; operai; apprendisti; soci lavoratori delle cooperative; operai agricoli; lavoratori di imprese municipalizzate ed ex Aziende di Stato; personale artistico, teatrale e cinematografico, con rapporto di lavoro subordinato lavoratori dipendenti del settore privato; dirigenti; quadri.

Nello specifico, infatti anche i dirigenti versano lo 0.30% quindi rientrano tra le categorie ammesse; oltre ad essere compresi in alcuni dei maggiori Fondi Interprofessionali, Fon.Ar.Com e Fon.Coop, possono usufruire di alcuni fondi interprofessionali specifici per dirigenti

Modalità di finanziamento

E’ possibile finanziare differenti tipologie di Piani formativi sulla base delle necessità aziendali con diverse modalità:

  • Rispondendo ad avvisi a bando mediante i quali è possibile finanziare progetti formativi per singole imprese;
  • Utilizzando il Conto Formazione Aziendale previa approvazione dai fondi di un progetto formativo dedicato;
  • Aderendo a un Conto Formazione di Gruppo o di Rete, in questo caso le aziende aderiscono ad un conto aggregato.
  • Infine è possibile anche richiedere un voucher o finanziamento individuale per un singolo lavoratore attingendo dai progetti formativi presenti in specifici cataloghi accreditati dal fondo.

In qualunque situazione o necessità si trovi l’azienda che voglia accedere ad un Fondo o utilizzare le risorse stanziate, Executy offre una consulenza a 360 ° sia per studiare risposte specifiche per la formazione aziendale, sia per permettere a dipendenti o Manager, interessati a migliorare le proprie competenze, di poter finanziare i percorsi mediante queste modalità >> CONTATTACI

Articoli recenti

Categorie

× Come posso aiutarti?